Foto Vincenzo Lima

La percezione della Trascendenza

Foto La percezione della Trascendenza

 Nella filmografia recente ci sono due film che appaiono particolarmente idonei a spiegare la trascendenza: the Truman show e Matrix. Entrambi parlano di un mondo dentro un mondo che è al tempo stesso un mondo fuori dal mondo, anche se con trame e scenari molto diversi. Nella scena che sto commentando Neo, il protagonista, incontra Morpheus per comprendere che cosa sia Matrix. Il termine Matrix potremmo tradurlo con la parola greca archè: il principio, ciò da cui tutto proviene ciò di cui tutto è fatto, ciò che tiene in essere le cose. Neo da lungo tempo si interroga su cosa sia Matrix e Morpheus gli conferma che ciò che lui cerca in qualche modo si nasconde tra le cose più quotidiane - "quello che vedi quando ti affacci alla finestra" - e ne è, pur tuttavia, al di là. L'inizio della filosofia ed anche della religione è l'intuizione che non sia tutto qui: "Intuisci qualcosa che non riesci a spiegarti". C'è qualcosa che non quadra e che per quadrare deve presupporre, postulare dell'altro. Avvertiamo che quello che ci sta davanti agli occhi, ciò che possiamo esperire con i sensi, non sia tutto e che c'è dell'altro più "alto", più "profondo", più "importante", che ci sfugge ma non del tutto. È l'intuizione straordinaria e meravigliosa della trascendenza. Dopo l'intuizione più o meno chiara o confusa deve intervenire la scelta: approfondire l'intuizione ed avventurarsi nella ricerca oppure abbandonarla ed accontentarsi di quello che ci sta davanti e dell'angusto orizzonte che ci imprigiona. Eraclito parlava dei dormienti e degli svegli: i primi hanno scelto la pillola blu, i secondi la pillola rossa.

Guarda il video

   

Aggiungi Commento

Il caso non esiste

Foto Il caso non esiste

Puntata n.2 

La questione se gli eventi indipendenti dalla nostra volontà siano casuali o meno è indecidibile. La Filosofia sin dalla sua origine ha optato prevalentemente per la

... continua »

Leggi i commenti (4)

Non siamo liberi, facciamo per lo più ciò verso cui siamo inclinati

Foto Non siamo liberi, facciamo per lo più ciò verso cui siamo inclinati

Puntata n.1

Rinunciare al l'illusione del controllo e al delirio di onnipotenza della libertà 

C'è una linea di pensiero che va dallo stoicismo ad Hegel, passando per Leibniz e Spinoza 

... continua »

Aggiungi Commento

Ciò che siamo, ciò che crediamo di essere

Foto Ciò che siamo, ciò che crediamo di essere

Il caustico dialogo tra Jep e Stefania ne “La grande bellezza” mostra quanto ancora, dopo 2400 anni, l’invito di Socrate ad impegnarsi per conoscere se stessi sia rimasto largamente disatteso.

... continua »

Leggi i commenti (1)

Vediamo ciò che ci aspettiamo di vedere

Foto Vediamo ciò che ci aspettiamo di vedere

La scena, tratta dal film “Statale 60”, esemplifica un rilevante problema gnoseologico: la conoscenza è influenzata in maniera determinante dalle nostre conoscenza pregresse che condizionano

... continua »

Leggi i commenti (1)